Mario Calabresi: A occhi aperti, un libro per la vita

Mario Calabresi: A occhi aperti, un libro per la vita

RS Photography > Blog > How to do > Mario Calabresi: A occhi aperti, un libro per la vita

Mario Calabresi: A occhi aperti, un libro per la vita

https://www.rsphotography.it/2019/03/29/mario-calabresi-a-occhi-aperti/

Nella formazione fotografica, ma non solo, di ognuno di noi vi sono insegnamenti, libri, esperienze e incontri che spesso rimangono nel profondo e che quasi mai riaffiorano coscientemente.

E’ molto raro averne la consapevolezza e ancora più raro è capire da dove ne deriva.

Ecco, ho fatto questo lungo preambolo, perché nella mia formazione vi è sicuramente il libro di Mario Calabresi “ a occhi aperti” ma, dopo averlo letto, mi ricordo che mi era subito venuto in mente la frase, che era sempre latente nel mio inconscio, “ Se le tue foto non sono abbastanza buone, vuol dire che non sei abbastanza vicino” di Robert Capa (che, stranamente, non viene citato nel libro).

Il libro è a mio avviso fondamentale per tutti i fotografi che vogliono cimentarsi nella fotografia di azione come nel reportage o nella street fotography e, in generale, in tutti quei tipi di fotografia dove è necessario esserci.

Non quindi un semplice spettatore che fotografa qualcosa che è parte della vita di qualcun’altro ma la fotografia come rappresentazione del proprio racconto di vita.

Attenzione, non un selfie, se stessi in vetrina è un’altra cosa, ma io che, mentre vivo un’esperienza di vita estrema o esotica, voglio farla vedere a te.

Voglio farti vedere che esiste nel modo anche questa storia. Forse è inverosimile o incredibile, ma è reale, io ci sono stato, ero dentro l’azione, mi vedi ? ero lì !!.

Il libro riporta numerosi esempi e scatti di noti fotografi internazionali.

Memorabile, a mio avviso, è la foto di Steve McCurry che fotografa un sarto, sommerso fino al petto dall’acqua mentre cammina con la macchina da cucire in spalla.

Steve McCurry era lì con lui nell’acqua, era arrivato a far questo per essere dentro l’azione e per raccontarcelo come nessun’altro !!.

Fotografie scattate con questa intenzione sono rare ma sono anche speciali.

Sapere che è necessario farlo è il grande merito di questo libro “A occhi aperti”.

Onore quindi a Mario Calabresi che ha trovato un argomento davvero inconsueto ma decisamente interessante.

Mario Calabresi, “A occhi aperti”   @mariocalabresi

Roberto Sozzi

Posted By

Roberto Sozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *